Cerca nel blog

Icona RSS Icona-Email Icona-facebook Icona-twitter Icona-google+ Follow Me on Pinterest

"All'ombra delle fanciulle in fiore" di Marcel Proust


Vi posto qui di seguito la trama del secondo volume de "Alla ricerca del tempo perduto" di Marcel Proust che ho finito di leggere ieri sera. Il primo volume lo trovate qui.

La prima sezione del secondo volume, intitolata La signora Swann (“Autour de Madame Swann”), come dice il titolo stesso, è incentrata su Odette Swann, moglie di Swann e madre della donna di cui si è innamorato il narratore, Gilberte. In questo volume, l'autore racconta delle conoscenze da lui fatte tra Combray e Parigi, di cui le più importanti sono sicuramente quella con il suo idolo letterario, lo scrittore Bergotte, e quella con una delle sue attrici preferite, la Berma. Marcel incontra Berma la prima volta che va a teatro, quando ella interpreta la parte della protagonista Fedra (“Phèdre”) nell'omonimo spettacolo di Racine. Poi segue la descrizione da parte dell’autore del rapporto importante tra lui e Gilberte, una ragazza con la quale aveva vissuto una storia d'amore nel periodo dell'adolescenza. In seguito il narratore si presenta alla famiglia Swann e, dopo questo avvenimento, nell’opera è presente una lunga descrizione del suo rapporto con il signor Charles Swann e la moglie di quest'ultimo, Odette de Crécy. Charles Swann prende in simpatia il narratore, trattandolo in modo amichevole, proprio come fa sua figlia. Odette chiede al narratore di farle visita più spesso, a patto che lui non sia ancora innamorato di Gilberte, con la quale ha litigato. Infatti il protagonista è ancora innamorato di costei, ma non è corrisposto, proprio per questo il loro rapporto andrà esaurendosi sempre di più, fino a terminare del tutto quando Marcel deciderà di andarsene a Balbec.

Nella seconda sezione del secondo volume, intitolata Nomi di paesi: I paesi (“Noms de pays: Les pays”), l'autore soggiorna per un certo periodo con la nonna e la domestica Françoise in un hotel di Balbec. All'inizio Marcel, non conoscendo nessuno del luogo, passa molto tempo da solo, parlando al massimo con alcuni amici della nonna. In seguito conosce il pittore Elstir, amico di Madame Verdurin, ed il giovane Robert de Saint-Loup, che è imparentato con la famiglia Guermantes e presenta Marcel ad un componente della famiglia, lo zio, il barone di Charlus. Inoltre Marcel fa amicizia anche con un gruppo di fanciulle, che si fanno chiamare “fanciulle in fiore”. Di questa comitiva fanno parte Andrée, Rosemonde e Albertine, le quali osservavano il protagonista già da un po' di tempo prima di conoscerlo. Tra queste ragazze l’autore si innamora di Albertine e inizialmente si diverte a farla ingelosire, facendosi vedere insieme all’amica Andrée.

http://it.wikipedia.org/wiki/All%27ombra_delle_fanciulle_in_fiore






Il Grand Hotel di Cabourg  e i suoi interni che probabilmente ispirarono Proust per la descrizione dell'hotel che lo ospitò a Balbec


Joaquin Sorolla - Bajo E Toldo, Playa de Zarauz, 1910 - Una scena che ben può rappresentare la vita del protagonista Marcel sulle spiagge di Balbec insieme alle amiche


L'aristocratico Bernard de Salignac-Fénelon ispirò Proust per la creazione del personaggio di Robert de Saint-Loup

0 commenti:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Followers

Google+ Followers

 
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. - Ogni lettore è responsabile personalmente dei commenti lasciati nei vari post. Si declina ogni responsabilità per quanto scritto da chiunque: anonimi o utenti registrati. - Le immagini pubblicate nel blog, che sono state prelevate dalla Rete, riportano i link con l'indicazione della fonte. Nel caso in cui la pubblicazione di tali materiali dovesse ledere il diritto d'autore, si prega di avvisare via e-mail e verranno immediatamente rimossi.
Chez Edmea Design by Insight © 2009