Cerca nel blog

Icona RSS Icona-Email Icona-facebook Icona-twitter Icona-google+ Follow Me on Pinterest

Claude Cahun


25 ottobre 1894 – 8 dicembre1954

Era un artista francese, fotografo e scrittore. 
Il suo lavoro ha assunto caratteristiche sia politiche che personali; spesso ha giocato con i concetti di genere e sessualità.
Nata come Lucy Renée Mathilde Schwob a Nantes, Claude era la nipote dello scrittore Marcel Schwob e la pronipote dell'orientalista David Léon Cahun. A causa dei problemi mentali della madre Lucy venne cresciuta con la sua nonna paterna, Mathilde Cahun.

Ha cominciato a fare fotografie e autoritratti fin dal 1912, quando aveva 18 anni e continuò ad autoritrarsi fino al 1930.
Intorno al 1919, assume lo pseudonimo di Claude Cahun, con l'intenzione di dare ambiguità alla sua personalità (visto il nome sia maschile che femminile). In precedenza aveva usato i nomi di Claude Courlis e Daniel Douglas. 
Durante gli anni '20 si stabilisce a Parigi con la sorellastra Suzanne Malherbe. 
Per il resto della loro vita insieme, Cahun e Malherbe (che adottò anche lei lo pseudonimo "Marcel Moore") collaborarono a varie opere scritte a più mani, sculture, fotomontaggi e collage. 
Claude pubblicò alcuni articoli e romanzi, in particolare nella rivista "Mercure de France" e divenne amica di Henri Michaux, Pierre Morhange e Robert Desnos.
Intorno al 1922 insieme a Malherbe trasformarono la loro casa in un salone per gli artisti. Tra i clienti abituali c'erano Henri Michaux e André Breton e letterarati e imprenditori come Sylvia Beach e Adrienne Monnier.
Il lavoro di Cahun comprendeva la scrittura, la fotografia e il teatro. E' ricordata per le sue messe in scena basate su autoritratti e tableaux con tocchi di Surrealismo.

Tra i suoi scritti pubblicati ricordiamo "Eroine" (1925); si tratta di una serie di monologhi basati su personaggi femminili delle fiabe e si intrecciano con paragoni spiritosi con le immagini contemporanee della donna; "Aveux non avenus" (1930), un libro di saggi e di sogni, illustrato con fotomontaggi e numerosi saggi su riviste e giornali.
Nel 1932 entra a far parte della "Association des écrivains et rivolutionaires des Artistes" dove incontra André Breton e René Crevel. In seguito si associò al gruppo surrealista e partecipò a una serie di mostre.

Nel periodo della Seconda Guerra Mondiale venne coinvolta nella Resistenza. Nel 1944 entrambe le sorelle vennero arrestate e condannate a morte, ma le condanne non furono in realtà mai eseguite. 
Tuttavia la salute di Claude non migliorò e morì nel 1954.








0 commenti:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Followers

Google+ Followers

 
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. - Ogni lettore è responsabile personalmente dei commenti lasciati nei vari post. Si declina ogni responsabilità per quanto scritto da chiunque: anonimi o utenti registrati. - Le immagini pubblicate nel blog, che sono state prelevate dalla Rete, riportano i link con l'indicazione della fonte. Nel caso in cui la pubblicazione di tali materiali dovesse ledere il diritto d'autore, si prega di avvisare via e-mail e verranno immediatamente rimossi.
Chez Edmea Design by Insight © 2009