Cerca nel blog

Icona RSS Icona-Email Icona-facebook Icona-twitter Icona-google+ Follow Me on Pinterest

Il Duca del Mare


Mi ha sempre incuriosito conoscere qualcosa in più riguardo questo personaggio, un po' per il suo nome altisonante, un po' perchè ha avuto un ruolo di spicco che però non è abbastanza conosciuto e documentato dai libri di storia. Vi indico ciò che si scrive su Wikipedia, invitandovi ad interessarvi a questo grande uomo che, nonostante militare (e io non amo affatto questa categoria) si è dimostrato di nobili principi.

Torino, 19 giugno 1857 – Roma, 24 marzo 1948

Paolo Emilio Thaon di Revel è stato un ammiraglio epolitico italiano. Figlio di Ottavio Thaon di Revel e della prima moglie, Guglielmina Doria di Cirié, dopo la nomina a grande ammiraglio ricevette il titolo di primo duca del mare. Fu presidente della Società Geografica Italiana dal 1921 al 1923.

Trascorse la sua infanzia nella Villa Revel di Castagneto Po, fino a quando entrò in Marina, nel 1873.

Guardiamarina nel 1877, nel 1879 partecipò alla circumnavigazione del globo a bordo della fregata Garibaldi. La sua carriera proseguì con le nomine a Sottotenente di vascello nel 1880, Tenente di vascello nel 1886 e Capitano di corvetta nel 1896, quando fu per quattro anni Aiutante di Campo di re Umberto I. Promosso a Capitano di vascello nel 1906, ottenne il comando dell'Accademia Navale di Livorno.

In seguito, come Contrammiraglio partecipò alla Guerra libica (1911-1912), affondando nel porto di Beirut due navi turche e contribuendo alla distruzione dei porti lungo i Dardanelli. Capo di Stato Maggiore della Marina dal 1913 al 1915, spinse allo sviluppo dei navigli leggeri e alla costituzione di un'aviazione navale.

Entrata l'Italia nella Prima guerra mondiale, sostenne l'impiego dei treni armati e dei MAS; un suo piano condusse alle azioni concluse con l'affondamento delle corazzate austriache Santo Stefano e Viribus Unitis. Dopo la rotta di Caporetto, sostenne il mantenimento della linea del Piave e della Laguna di Venezia. Sul finire della guerra condusse il bombardamento di Durazzo, ed organizzò la rapida occupazione delle isole e delle coste dell'Istria e della Dalmazia.
Senatore dal 1917 e Ammiraglio nel 1918. Fu presidente della Società Geografica Italiana dal 1921 al 1923.
Dall'ottobre 1922 entrò nel cosiddetto primo governo nazionale in qualità di Ministro della Regia Marina, e come uomo di fiducia di Vittorio Emanuele III; da questa carica rassegnò le dimissioni nel maggio 1925, dopo la riforma con cui Mussolini istituiva la carica di capo di stato maggiore generale, affidandola a Badoglio. Fu fatto Duca Thaon di Revel del Mare il 24 maggio 1924, e nominato Grande Ammiraglio il 4 novembre 1924. Nel 1932 fu nominato primo segretario di S.M. per il Gran Magistero dell'Ordine degli Ss. Maurizio e Lazzaro e nel 1936 insignito del Collare dell'Annunziata. Da questa data si ritirò dalla vita politica, entrando nella cerchia dei collaboratori di corte di Vittorio Emanuele III ed ebbe poi parte nell'azione dei capi militari per destituire Mussolini nel primo semestre del 1943.

Fu presidente del Senato dal 1943 al 1944.
Le sue spoglie riposano nella Basilica di Santa Maria degli Angeli e dei Martiri a Roma, accanto a quelle del generale Armando Diaz.
In suo onore è stata nominata Borgo Revel la frazione Calciavacca del comune di Verolengo, in provincia di Torino.

http://it.wikipedia.org/wiki/Paolo_Emilio_Thaon_di_Revel


L'Accademia navale di Livorno

0 commenti:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Followers

Google+ Followers

 
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. - Ogni lettore è responsabile personalmente dei commenti lasciati nei vari post. Si declina ogni responsabilità per quanto scritto da chiunque: anonimi o utenti registrati. - Le immagini pubblicate nel blog, che sono state prelevate dalla Rete, riportano i link con l'indicazione della fonte. Nel caso in cui la pubblicazione di tali materiali dovesse ledere il diritto d'autore, si prega di avvisare via e-mail e verranno immediatamente rimossi.
Chez Edmea Design by Insight © 2009