Cerca nel blog

Icona RSS Icona-Email Icona-facebook Icona-twitter Icona-google+ Follow Me on Pinterest

Le Bal Bullier


Un ex dipendente del locale "La Grande Chaumière", situato sul Boulevard du Montparnasse, Francis Bullier (1796-1869) acquistò nel 1843 il "Prado d'Eté" al 31 di Avenue de l'Observatoire Paris e nel 1847 trasforma completamente l'intero locale e lo circonda di più di  mille piante di lillà dando così il nome di "Closerie des Lilas". L'edificio, poi, diventa anche albergo e viene inaugurato il 9 maggio 1847.
Divenne poi il "Jardin Bullier" e il "Le Bal Bullier" e infine prende il nome di "Le Bullier".

L'hotel è frequentato soprattutto da studenti. Resta aperto tutto l'anno, e nel 1850 Le Bullier continua ad ampliarsi fino a sviluppare nel suo arredamento un tocco orientale nella decorazione delle lampade a gas, nei mazzi di fiori e nelle decorazioni delle vetrate.
Qui si ballava il valzer e  le quadriglie, la mazurka, la polka e la scozzese.
Sul frontone in vetro-ceramica, installato nel 1895, si rappresenta il simbolo del gallo e di seguito la frase "Salvatit e placuit".
Un gruppo di donne e di due studenti che portano il «sophisme» (sorta di cappello) ballano il cancan.
Il locale viene, poi, requisito durante la guerra del 1914-1918, sarà utilizzato per la produzione di uniformi.
Riaprirà nel 1920 e si troverà presto in concorrenza con la "Ville Magique" e il "Luna Park" prima di scomparire definitivamente alcuni anni prima della Seconda Guerra Mondiale.




Le Bal Bullier oggi, completamente ricostruito, a pochi metri più in là rispetto all'antico locale

2 commenti:

VenetiaMicio ha detto...

Encore un beau billet, très intéressant.
Je suis née juste de l'autre côté avenue Denfert Rochereau...
bise
Danielle

Edmea ha detto...

Bonjour Danielle, moi aussi j'ai vraiment peu de temps.

Merci pour ton billet! :-D

Bisous

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Followers

Google+ Followers

 
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. - Ogni lettore è responsabile personalmente dei commenti lasciati nei vari post. Si declina ogni responsabilità per quanto scritto da chiunque: anonimi o utenti registrati. - Le immagini pubblicate nel blog, che sono state prelevate dalla Rete, riportano i link con l'indicazione della fonte. Nel caso in cui la pubblicazione di tali materiali dovesse ledere il diritto d'autore, si prega di avvisare via e-mail e verranno immediatamente rimossi.
Chez Edmea Design by Insight © 2009