Cerca nel blog

Icona RSS Icona-Email Icona-facebook Icona-twitter Icona-google+ Follow Me on Pinterest

Il disastro di Montparnasse


"Un treno ha sfondato la finestra ed è in strada!". Era il 22 ottobre 1895.
Il treno in arrivo alla stazione di Montparnasse, era stato trainato dalla locomotiva n ° 721 del tipo 120, guidato da un esperto ferroviere, Marie Guillaume Pellerin, che aveva lavorato per 19 anni al servizio della ferrovia francese.
Il convoglio era costituito da due vagoni-bagagliaio posti direttamente dietro la locomotiva, otto carrozze e un ultimo vagone-bagagliaio chiudeva il corteo.
Il convoglio aveva guadagnato dieci minuti di ritardo, ma Pellerin voleva arrivare in tempo a Montparnasse. Purtroppo non rallentò abbastanza presto. Il conduttore Alberto Mariette aveva cercato di azionare il freno di emergenza Westinghouse, ma questo non aveva funzionato.
Restavano solo i freni sulla locomotiva, ma si rivelarono anche questi ben presto insufficienti.

Alle 04:00, il convoglio attraversò tutta la stazione, schiantandosi contro la parete frontale. Cadde, poi, sulla fermata dei tram sulla strada sottostante a 10 metri di altezza.
Per fortuna tutti i vagoni restarono in stazione; ci furono, infatti, solo cinque feriti gravi, due passeggeri, un vigile del fuoco e due dipendenti delle ferrovie.

Sfortunatamente, la locomotiva è caduta, però, nei pressi di un edicola situata fuori dalla stazione, inrue de Rennesun e un passante rimase ferito. Marie-Augustine Aguilard che, quel giorno, aveva sostituito il marito al chiosco, non è stato uccisa dalla locomotiva che passò, miracolosamente sopra di lei senza sfiorarla. Purtroppo la signora Aguilard perse la vita a causa di un pezzo di muro che si staccò, nello schianto, dalla parete della stazione.
Il ferroviere Guillaume-Marie Pellerin fu condannato a due mesi di reclusione e costretto a pagare una multa di 50 franchi. Il conduttore Alberto Mariette di 25 franchi.
La locomotiva era, comunque, quasi intatta. Rimase sospesa per quattro giorni prima che forzuti manovali riuscissero a portarla via.
L'evento attirò una grande folla di curiosi che dalla mattina alla sera organizzarono delle vere e proprie processioni con tanto di pagamento del biglietto per ammirare questo maestoso disastro.


La Gare Montparnasse





Il disegno di prima pagina de "Le Petit Journal"




0 commenti:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Followers

Google+ Followers

 
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. - Ogni lettore è responsabile personalmente dei commenti lasciati nei vari post. Si declina ogni responsabilità per quanto scritto da chiunque: anonimi o utenti registrati. - Le immagini pubblicate nel blog, che sono state prelevate dalla Rete, riportano i link con l'indicazione della fonte. Nel caso in cui la pubblicazione di tali materiali dovesse ledere il diritto d'autore, si prega di avvisare via e-mail e verranno immediatamente rimossi.
Chez Edmea Design by Insight © 2009