Cerca nel blog

Icona RSS Icona-Email Icona-facebook Icona-twitter Icona-google+ Follow Me on Pinterest

Marie Vorobieff Marevna


Cheboksary, Russia 1892 - Londra, 4 maggio 1984

E' una pittrice di origine russa.

E' nota per le sue opere dallo spiccato gusto cubista e puntinista. E' per questo, accreditata come la prima pittrice cubista.
Pur avendo vissuto la maggior parte della sua vita all'estero (i suoi anni di formazione come pittrice si svolgono principalmente in Francia e la sua maturità in Inghilterra), Marie Marevna è spesso definita come "pittrice russa".

Per essere in grado di tracciare informazioni sulla vita della pittrice e della sua opera è importante tenere a mente che fu famosa con diversi nomi e questa traslitterazione ha giocato un ruolo fondamentale nella crescita della pittrice. I suoi nomi furono Maria Marevna, Marie Marevna, Marie Vorobiev, Maria Vorobieva, Marie Vorobieff Marevna, Marewna Worobiew Maria, Vorobëv Marevna, Marevna Vorobyev, Marevna Vorobieva,Marevna Vorobev-Stebelska, Vorobyov Marevna-Stebelska, Maria Vorobyova-Stebelskaya, Maria Bronislawowna Worobjewa-Stebelskaja, Rozanowicz Maria-Vorobieff e Marevna Vorobiev Rosanovitch. Reputato come miglior nome d'arte, Maxim Gorky le consigliò di usare il nome Marevna.

La pittrice nasce con il nome di Maria Bronislawowna Worobjewa-Stebelskaja dal nobile polacco Bronislaw Stebelskij e dall'attrice Maria Worobjewa. Trascorse un'infanzia solitaria a Tiflis, allora sotto il controllo russo, ora Tbilisi, la capitale della Georgia. Nel 1910 andò a Mosca per studiare presso l'Accademia d'Arte Stroganov, ma già l'anno seguente partì l'Italia. Sull'isola di Capri fu presentata allo scrittore Maxim Gorky.
Nel 1912 Marevna si trasferisce a Parigi dove continua i suoi studi d'arte e ben presto inizia a esporre i suoi lavori. Ebbe la fortuna di conoscere e di entrare a far parte del gruppo di Montmartre nei quali militarono i più grandi scrittori e artisti del XX secolo. Iniziò a frequentare La Ruche dove conobbe Georges Braque, Marc Chagall, Jean Cocteau, Ilya Ehrenburg, Max Jacob, Moise Kisling, Krémègne Pinchus, Fernand Léger, Henri Matisse, Amedeo Modigliani, Pablo Picasso e Chaim Soutine. Tre anni dopo, nel 1915, il geniale pittore messicano Diego Rivera, temporaneamente residente a Parigi a La Ruche, iniziò con lei una relazione quando ancora era ufficialmente sposato con la pittrice russa Angelina Beloff (dal quale aspettava un figlio).
Grazie a Rivera, Marevna scoprì il cubismo e comprese che era quello il linguaggio che meglio poteva veicolare le sue idee ed emozioni.
Nonostante le rassicurazioni di Diego Rivera del suo amore, il loro rapporto non durò molto, ma il 13 novembre 1919  nacque la loro figlia Marika.
Rivera si trasferì nel suo paese natale dove conobbe Frida Kahlo, ma Marevna restò a Parigi dove per lunghi anni coltivò una forte simpatia per Chaim Soutine. Qui sviluppò ancor di più il suo stile e restò legata al gruppo di Montparnasse.
Nel 1938, la figlia Marika sposò il pittore provenzale Jean Paul Brusset da cui ebbe un figlio, Jean Brusset. Anche il matrimonio di Marika durò poco e dopo alcuni anni si risposò con il proprietario del periodico letterario "Querelle", Rodney Phillips. Per tutta la durata del loro matrimonio, Marika visse nella proprietà di Athelhampton nel Dorset, in Inghilterra. Nel 1949 ebbe il suo secondo figlio, David Phillips. Nel frattempo Marevna viveva con la famiglia di sua figlia a Athelhampton.
I suoi dipinti di questo periodo sono per la maggior parte ritratti del genero.
Dopo la rottura del secondo matrimonio di sua figlia, madre, figlia e i due nipoti si spostarono in una struttura significativamente più piccola anche a Ealing, a pochi passi dall'Ealing Abbey, un monastero benedettino cattolico. Qui la sua produzione crebbe fino al primi mesi del 1984, ma purtroppo le sue tele furono danneggiate gravemente dai cani di casa e dunque le esposizioni successive alla sua morte non videro mai la completezza della sua opera.
Marevna morì a Londra il 4 maggio 1984.


La figlia Marika


Ritratta da Amedeo Modigliani


Omaggio a Montparnasse

0 commenti:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Followers

Google+ Followers

 
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. - Ogni lettore è responsabile personalmente dei commenti lasciati nei vari post. Si declina ogni responsabilità per quanto scritto da chiunque: anonimi o utenti registrati. - Le immagini pubblicate nel blog, che sono state prelevate dalla Rete, riportano i link con l'indicazione della fonte. Nel caso in cui la pubblicazione di tali materiali dovesse ledere il diritto d'autore, si prega di avvisare via e-mail e verranno immediatamente rimossi.
Chez Edmea Design by Insight © 2009