Cerca nel blog

Icona RSS Icona-Email Icona-facebook Icona-twitter Icona-google+ Follow Me on Pinterest

Bernard Buffet


Parigi, 10 luglio 1928 – Tourtour, 4 ottobre 1999

E' stato un pittore francese, esponente dell'Espressionismo e membro dell' "Anti-Abstract Art Group" denominato "L'homme Témoin".

Il suo percorso di formazione artistica comprese dapprima un corso comunale di arte nel 1943 e poi la École Nationale Supérieure des Beaux-Arts. Il suo esordio concise con il suo praticantato effettuato presso lo studio del pittore Eugène Narbonne. Nella prima fase della carriera Buffet realizzò dipinti a sfondo religioso, paesaggistico oltre ad una serie di ritratti.

Nel secondo dopoguerra, l'atmosfera di angoscia e di critica nei confronti dell'Esistenzialismo, condusse Buffet assieme a Mottet e a Rebeyroll alla formazione del gruppo "L'homme Témoin". In questa periodo si allontanò dall'Astrattismo optando per una pittura figurativa ed essenziale, il cui significato primario e la sua espressione maggiore rappresentarono la difficoltà a comunicare degli esseri umani. I suoi caratteri stilistici fondamentali furono uno snellimento delle figure, tratti del contorno personalizzati e colori soffocati.
Nel 1946, esibì la sua prima opera, un auto-ritratto al Salon des Moins de Trente Ans all'interno della Galerie Beaux-Arts. Da questo momento riuscì ad esporre annualmente le sue opere e dopo i successi ottenuti all'Indépendants e al Salon d'Automne, di cui divenne membro nel 1947, raggiunse l'anno seguente il riconoscimento del Prix de la Critique e tre anni dopo il Prix Puvis de Chavannes, 1950.
Tra le varie attività dell'artista, una di quelle che gli riservò buone soddisfazioni fu quella di illustratore di opere letterarie, come nel caso di "Les Chants de Maldoror" scritto da Comte de Lautréamont nel 1952. Durante l'annata 1955, la rivista Connaissance des arts, lo indicò come uno dei dieci migliori artisti del dopoguerra.

Inoltre si occupò anche di scenografie e di disegnatore-costumista come nel caso della la Chambre scritta da georges Simenon.

In questa fase artistica, Buffet conservò la sua antica formula di duttilità ed ampiezza nelle tematiche affrontate, che spaziarono dai ritratti alle nature morte, dalle vedute cittadine ai paesaggi rurali, dalle scene sacre alle scene profane circensi, dalle scenografie alle raffugurazioni di esseri viventi.

La mostra effettuata nel 1958 alla Galleria Charpentier, assurse al ruolo di prima retrospettiva del suo lavoro complessivo, e riscosse un buon successo di pubblico e di critica.
Il 12 dicembre dello stesso anno, Buffet sposò la scrittrice ed attrice Annabel Schwob, conosciuta a Saint-Tropez. Nel 1961 il suo dipinto riguardante la vita di Cristo, destinato in origine alla cappella di Château l'Arc, prenderà la via dei Musei Vaticani grazie ad una donazione svolta da Buffet nei riguardi del papa Paolo VI.
La sua prima figlia, Virginie nacque nel 1962, la secondogenita Danielle l'anno successivo e il suo primo maschio, Nicolas nel 1973. Lo stesso anno ricevette la nomina di Chevalier de la Légion d'honneur. Sempre nel 1973, precisamente il 23 novembre venne inaugurato il Bernard Buffet Museum, foundato da Kiichiro Okano, presso Surugadaira, in Japan.

L'anno seguente entrò a far parte della Académie des Beaux-Arts. Uno dei suoi allievi e seguaci, Jean Claude Gaugy, divenne l'ideatore e il precursore della Espressionismo lineare.
La collezione completa di Buffet consistette di oltre 8.000 opere.

L'artista si suicidò all'interno della sua abitazione presso Tourtour, nel sud della Francia, il 4 ottobre del 1999. Buffet era sofferente del morbo di Parkinson e non sembrava più in grado di poter esercitare il suo lavoro e le sue attività preferite.

http://it.wikipedia.org/wiki/Bernard_Buffet





2 commenti:

VenetiaMicio ha detto...

Nous étions à Venise lorsque nous avons appris sa mort. La petite librairie proche de notre hôtel, a toujours des journaux français et en passant nous avons aperçu le titre. Ange aimait beaucoup ce peintre et chaque année il assistait à toutes les expositions que la Galerie Maurice Garnier de l'Avenue Matignon, organisait pour Bernard Buffet.
As-tu lu le livre qu'Annabel a écrit après la mort de son compagnon ? Très beau.
Bonne soirée
Danielle

Edmea ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Followers

Google+ Followers

 
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. - Ogni lettore è responsabile personalmente dei commenti lasciati nei vari post. Si declina ogni responsabilità per quanto scritto da chiunque: anonimi o utenti registrati. - Le immagini pubblicate nel blog, che sono state prelevate dalla Rete, riportano i link con l'indicazione della fonte. Nel caso in cui la pubblicazione di tali materiali dovesse ledere il diritto d'autore, si prega di avvisare via e-mail e verranno immediatamente rimossi.
Chez Edmea Design by Insight © 2009